Motomondiale 2019: Tutto quello che c’è da sapere prima del via!

Motomondiale 2019: Tutto quello che c’è da sapere prima del via!

IL CALENDARIO

  • GP QATAR: 10 marzo – ore 17 Diretta esclusiva Sky
  • GP ARGENTINA: 31 marzo – ore 20 Diretta esclusiva Sky
  • GP STATI UNITI: 14 aprile – ore 21 Diretta esclusiva Sky
  • GP SPAGNA: 5 maggio – ore 14 Diretta esclusiva Sky
  • GP FRANCIA: 19 maggio – ore 14 Diretta esclusiva Sky
  • GP ITALIA: 2 giugno – ore 14 Diretta su Sky e Tv8
  • GP CATALUNYA: 16 giugno – ore 14 Diretta su Sky e Tv8
  • GP OLANDA: 30 giugno – ore 14 Diretta su Sky e Tv8
  • GP GERMANIA: 7 luglio – ore 14 Diretta esclusiva Sky
  • GP REPUBBLICA CECA: 4 agosto – ore 14 Diretta esclusiva Sky
  • GP AUSTRIA: 11 agosto – ore 14 Diretta esclusiva Sky
  • GP GRAN BRETAGNA: 25 agosto – ore 14 Diretta esclusiva Sky
  • GP SAN MARINO: 15 settembre – ore 14 Diretta su Sky e Tv8
  • GP ARAGON: 22 settembre – ore 14 Diretta su Sky e Tv8
  • GP THAILANDIA: 6 ottobre – ore 9 Diretta esclusiva Sky
  • GP GIAPPONE: 20 ottobre – ore 7 Diretta esclusiva Sky
  • GP AUSTRALIA: 27 ottobre – ore 6 Diretta esclusiva Sky
  • GP MALESIA: 3 novembre – ore 6 Diretta esclusiva Sky
  • GP VALENCIA: 17 novembre – ore 14 Diretta su Sky e Tv8

TEST DURANTE IL CAMPIONATO

  • 6 MAGGIO Jerez de la Frontera
  • 17 GIUGNO Barcellona
  • 5 AGOSTO Brno
  • 28 AGOSTO Misano

LONG LAP PENALTY

Dopo i test in Qatar c’è stato il via libera ufficiale alla LONG LAP PENALTY, sanzione che verrà applicata in MotoGP già dalla prima gara. Durante i test i piloti hanno avuto l’occasione di provarla per poi approvarla: in pratica il pilota che commette un’infrazione viene costretto ad allargare la traiettoria (quindi a rallentare) stando nei limiti di una curva più larga, disegnata fuori dal tracciato.

414ae4429f4b498dba5d3b330d50ca2e.jpg

QUALIFICHE: MOTO2 e MOTO3 COME LA MOTOGP

Quest’anno le qualifiche delle due classi minori seguiranno la falsariga della MotoGP. I quattordici piloti più veloci della classifica combinata delle tre sessioni di prove libere, infatti, si guadagneranno l’accesso alla Q2, mentre il resto si giocherà le proprie carte in Q1. In quest’ultimo caso i quattro piloti migliori accederanno alla Q2. Saranno in totale diciotto a contendersi la pole position. La durata delle tre sessioni di libere sarà di 40 minuti ciascuna. I due turni di qualifiche (Q1 e Q2), invece, saranno di 15 minuti ciascuno.

POSIZIONAMENTO NELLA CLASSIFICA FINALE

La prima norma riguarda il passaggio dei piloti sul traguardo. Nel caso in cui, a causa di un incidente o di una caduta, il centauro e la propria moto dovessero giungere all’arrivo separati, si fermerà il tempo nel momento in cui l’ultimo dei due toccherà la finish line.

ACCENSIONE MOTORE

Da quest’anno non sarà più possibile accendere il motore di una moto all’interno del box. D’ora in avanti ciò dovrà essere effettuato esclusivamente in pit-lane.

REGOLAMENTO TECNICO

In Moto2 è avvenuto l’ormai famoso passaggio dai motori Honda a Triumph, ma ci sono alcuni cambiamenti anche sugli pneumatici: il fornitore ufficiale di pneumatici dovrà mettere a disposizione dei team un minimo di quattro set di mescole da bagnato per ogni pilota. Questo varrà anche per la Moto3.