Aerodinamica dopo le alette: Tutte le evoluzioni del 2018!

Aerodinamica dopo le alette: Tutte le evoluzioni del 2018!

Ormai questo approfondimento è diventato un appuntamento fisso su cascorosso.it, tanto che non poteva mancare il riassunto di fine 2018.

Per chi volesse vedere com’era iniziata la stagione vi lascio questo link:  L’Aerodinamica dopo le alette: Le prime evoluzioni del 2018.

DUCATI

Partiamo dalla pioniera dell’aerodinamica applicata alle moto, Ducati quest’anno dopo aver iniziato la stagione con le soluzioni già viste nel 2017 ha preso una strada diversa dagli altri dividendo la parte aerodinamica in due sezioni, un’aletta più vicina al cupolino e un’altra a centro carena.

_ds54068.gallery_full_top_fullscreen.jpg
Aerodinamica usata ad inizio stagione.

 

testnovmtgp_alt-4.gallery_full_top_fullscreen.jpg
L’ultima evoluzione aerodinamica di Ducati.

YAMAHA

Anche Yamaha è molto attiva nello studio aerodinamico, ad inizio stagione ha utilizzato una carena senza appendici aerodinamiche ma solamente “scavata”, poi è passata alla soluzione con vere e proprie ali “chiuse”.

Maverick-Viñales-best-time-sepang-test2018-day2.jpg
La versione “scavata” del pacchetto aerodinamico Yamaha, utilizzata in pochissime occasioni.
46-valentino-rossi-ita-ambience-box-test01237_preseason_motogp_ambience.gallery_full_top_fullscreen.jpg
Versione “alata”, la soluzione usata per tutta la stagione dai piloti Yamaha.

HONDA

La Honda dopo un inizio con piccoli profili aerodinamici passa ad una soluzione simile a quella Yamaha, per poi nei test di Valencia portare un evoluzione molto particolare con due piccole alettine chiuse sul cupolino.

Dcb4rrXXkAAwj-A.jpg
Profilo aerodinamico usato nelle prime gare della stagione.
2018-marquez-clear-favorite-into-brno-motogp-1.jpg
Pacchetto aerodinamico definitivo per la stagione 2018. Soluzione simile a Yamaha.
action-jerez-motogp-test03399_preseason_motogp_action_1.gallery_full_top_fullscreen.jpg
Ultima evoluzione vista nei test di Valencia.

SUZUKI

Suzuki non ha portato particolari evoluzione del suo pacchetto aerodinamico durante la stagione. La casa Giapponese ha utilizzato la soluzione presentata ad inizio stagione.

action-jerez-motogp-test02517_preseason_motogp_action.gallery_full_top_fullscreen.jpg
La soluzione simile alla Ducati 2017 è stata quella utilizzata da Suzuki per tutta la stagione 2018.

APRILIA

Per  Aprilia il pacchetto aerodinamico presentato a fine 2017 è stato confermato per tutta la stagione 2018 senza subire particolari variazioni.

38-bradley-smith-eng-action-test03809_preseason_motogp_action-2.gallery_full_top_fullscreen.jpg
“Alette chiuse” anche per la casa di Noale che non ha mai portato novità per tutta la stagione.

KTM

Anche Ktm è rimasta fedele alla soluzione già vista nel 2017 senza portare novità in questo 2018.

44-pol-espargaro-esp-action-test03793_preseason_motogp_action-2.gallery_full_top_fullscreen.jpg
Profili alari “inglobati” nella carena per la casa Austriaca.