#FreeTime: Eicma 2019 quante novità! Le sportive tornano protagoniste!

#FreeTime: Eicma 2019 quante novità! Le sportive tornano protagoniste!

L’Eicma: l’annuale appuntamento fisso per i motociclisti, nonché paradiso della moto in cui vengono presentati tutti i modelli più belli. In particolare, quest’anno ci sono state tantissime novità da guardare (e sognare di averle un giorno in  garage.)

La cosa che mi ha colpito di più è come le case, nonostante un mercato dominato da naked e turismo, abbiano investito e rilanciato molti modelli sportivi. Analizzerò approfonditamente in un altro articolo questo aspetto, a mio parere molto curioso, poiché collocato specie in un panorama agonistico dove la Superbike va sempre più in basso.

Sicuramente il segmento dell “heritage” o “classiche” sembra imporsi sempre di più nel mercato; difficile infatti trovare una casa che non abbia delle proposte di questo segmento derivato dalle naked, ma con un occhio rivolto al passato.

WhatsApp Image 2018-11-12 at 16.10.28 (1).jpeg

Un’altra nota che vorrei fare è quella riguardante le piccole cilindrate. I sedicenni di oggi devono ritenersi fortunati, perché le 125 moderne non hanno nulla da invidiare alle moto “vere” anche da un punto di vista di componentistica. Sono bellissime e fatte veramente bene. Lo stesso discorso vale anche per le 300 che ora offrono molti modelli anche di categorie diverse.

Da notare come ormai vedere modelli elettrici per ogni casa non sia più fantascienza, la proposta che mi ha colpito di più è stata la sportiva di casa Kymco: La SuperNEX che può passare da 0 a 100 km/h in 2,9 secondi.

KymcoSuperNex_EICMA2018_004.jpg

Ma ora vediamo tutte le novità più importanti casa per casa.

Aprilia: Finalmente una 600! Ma è solo un concept…

La casa di Noale porta, a sorpresa, un concept di una sportiva di media cilindrata che andrebbe ad inserirsi in un segmento che negli ultimi tempi è quasi sparito. Il motore è un bicilindrico in linea da 660 cc derivato dalla sorella più grande RSV4. Non sono invece stati forniti dati tecnici sulla potenza che, verosimilmente, si attesterà intorno ai 100/110 cv. Interessante il dato che riguarda il peso, dal momento che questo concept ha il telaio portante in alluminio, molto essenziale

Aprilia-RS-660-04.jpg

Aprilia non ha portato a caso un concept con motore da 660 cc: penso sia un chiaro segnale di una nuova generazione di modelli che potrebbero essere costruiti intorno a questo propulsore.

Bmw: S1000RR è lei la Regina?

09fb2a9a-e444-11e8-b14e-1504e28d4e14_YEUG4KJO8980-kmSG-U11201078716126voE-1024x576@LaStampa.it.jpg

La casa tedesca rilancia la sua supersportiva, molto apprezzata tra le 1000 ma che subiva un po’ il “peso degli anni”. La S1000RR è stata completamente rinnovata con un motore che ha guadagnato 8 CV. Considerando la diminuzione di peso nell’ordine dei 9 kg, la superbike di Bmw vanta una potenza di 207 CV e 197 kg di peso.

Questa è stata una delle moto che più mi ha colpito a livello estetico: la classifico sicuramente tra le sportive più belle del salone.

Ducati: La Panigale V4 mette le ali!

Inutile dire che la V4 R è uno spettacolo e sarà la Ducati omologata per la strada più potente di sempre con 221 cv, una vera superbike da corsa utilizzabile in strada tutti i giorni. Da notare le nuove alette in stile MotoGP!

622423-16x9-lg.jpg

Lo stand Ducati è stato sicuramente il più affollato del Salone, oltre alla V4 R infatti, sono state presentate la Diavel 1260 e la Hypermotard 950.

Ducati da anni monopolizza l’attenzione dei motociclisti presenti a Eicma e quest’anno si è confermata un altra volta la Regina del Salone.

Honda: La Cbr vuole tornare grande!

La novità più interessante è stata sicuramente la CB650R, naked di media cilindrata, che va a colmare lo spazio rimasto vuoto nella gamma delle Neo Sports Cafè.

Honda-CB650R-3-EICMA-2018.jpg

Ma l’attenzione era anche sulla Cbr 1000 Fireblade e il Cbr 650r. La prima si rilancia nella categoria con nuove soluzioni elettroniche per migliorare la resa in pista. mentre la seconda offre un compromesso tra sportività e utilizzo “tranquillo”.

Finalmente Honda si ricorda di avere delle sportive in listino e che ogni tanto vanno messe alla pari delle concorrenti. La nuova linea delle Naked della casa giapponese mi piace tantissimo.

Yamaha: Il ritorno nel deserto!

Dopo il concept presentato un anno fa, arriva la versione definitiva della Tenereè 700 che si distacca dai modelli chiamati “enduro” (ma che di enduro hanno poco) per diventare a tutti gli effetti un animale da deserto, una vera moto da Rally.

WhatsApp Image 2018-11-12 at 17.13.04.jpeg

In un mondo dove ormai le vere enduro da Rally non esistono (quasi) più, Yamaha ci crede e sfida la concorrenza con un modello che riporta all’attualità il mito della Dakar, forse un po’ dimenticato dal mondo motociclistico contemporaneo.

Yamaha ha presentato anche  una nuova colorazione per la gamma hypernaked e la Niken in versione GT.

Kawasaki: Arriva la nuova sportiva media e la Z400!

In casa Kawasaki rilanciano la Ninja ZX-6R che non veniva rinnovata ormai dal 2013. Arriva anche la Ninja H2 SX +, la granturismo da 200 cv, ora ancora più un concentrato di elettronica. In fiera si è vista anche la nuova Versys 1000. Molto strategica la presentazione della Z400, in un mercato dove le naked di medio-piccola cilindrata si affermano sempre di più.

versys-1000-02.jpg

Anche Kawasaki conferma la leggera crescita del mercato delle sportive medie con la ZX-6R ma le linee della serie Z non mi fanno impazzire. Non riesco ancora a capire il senso di una granturismo con 200 cv…

La mia opinione

Purtroppo non ho il tempo per fare un analisi dettagliata modello per modello ma quello che posso dire con certezza è che Eicma 2018 mi è piaciuto. Negli ultimi anni c’erano state poche novità e soprattutto poche sorprese; questa edizione invece ci ha mostrato un sacco di nuovi e interessantissimi modelli, tra cui molte supersportive, sintomo di un mercato che vuole tornare a credere nelle superbike nonostante il campionato di riferimento perda sempre più visibilità. Mi è piaciuta molto la personalità di Yamaha nel portare la Tenereè 700, andando controcorrente ai rivali che invece offrono soluzioni ormai adattate completamente all’utilizzo stradale. Ho apprezzato tantissimo la nuova Bmw S1000RR, ora al passo con i tempi e sicuramente pronta a dire la sua.