Power Ranking MotoGP #13: Aragon 2018

Power Ranking MotoGP #13: Aragon 2018

1. Marc Marquez
Per l’ennesima volta da prova di essere il più forte di tutti, vincendo una gara che avrebbe potuto tranquillamente concludere al terzo posto lasciando le due Ducati a scannarsi fra di loro (caduta di Lorenzo permettendo). Vince un duello serratissimo con Dovizioso, allunga in classifica e può già mettere in fresco lo spumante: non manca molto al settimo titolo.

2. Andrea Dovizioso ⇑1
Ha fatto tutto quello che poteva fare, ma questa volta non è bastato: a due giri dal termine il marziano col 93 ha deciso di vincerla ed Andrea ha dovuto alzare bandiera bianca. Il suo unico obiettivo rimasto è difendere il secondo posto in classifica, e considerando le difficoltà di Yamaha e il divario che lo separa dal compagno di scuderia, non dovrebe essere una missione impossibile.

3. Jorge Lorenzo ⇓1
Seconda caduta consecutiva per il maiorchino, che lo allontana quasi inevitabilmente dalla seconda piazza in campionato. Aveva forse il potenziale per vincere la gara e avremmo sicuramente assistito a una spettacolare lotta a tre. Lo rivedremo in Tailandia più agguerrito che mai.

4. Cal Crutchlow 
Peccato per la caduta, perché anche stavolta l’inglese aveva il potenziale per fare bene, almeno top 5. Si mantiene in quarta posizione nella nostra graduatoria, ma deve guardarsi le spalle dai due spagnoli che lo seguono.

5. Alex Rins ⇑4
Forma strepitosa quella di Rins, che conduce un’altra solida gara confermando il buono stato di salute della Suzuki. Peccato per l’inizio disastroso del 2018, perché questo sarebbe potuto essere un anno decisamente diverso per lui.

6. Daniel Pedrosa ⇑1
Lenta risalita del Camomillo, che torna in top 5 e afferma addirittura che con una diversa scelta di gomme sarebbe riuscito a giocarsi la vittoria. Staremo a vedere nelle prossime gare se è vero che può ancora puntare a un risultato del genere.

7. Valentino Rossi ⇓2
Niente da dire, arrivare ottavo partendo diciottesimo e con il mezzo che guida è comunque un ottimo risultato, il problema è che il mezzo è la Yamaha ufficiale e il pilota è Valentino Rossi.

8. Danilo Petrucci ⇓2
Ultimamente un po’ troppo distante dalle Ducati ufficiali, per un solo secondo è arrivato davanti a Rossi che partiva parecchie posizioni dietro di lui.

9. Maverick Viñales ⇓1
Se la situazione per Rossi è disastrosa, per Viñales siamo nell’ultimo girone dell’inferno. Non vede l’ora che la stagione finisca per farsi un viaggio a Lourdes insieme ai tecnici Yamaha.

10. Andrea Iannone N
Torna al podio con una gara sontuosa, dove ha dato fastidio ai due contendenti al titolo. Il doppio sorpasso su Marquez e Dovizioso ce lo ricorderemo per un bel po’.