Power Ranking MotoGP#12: Misano 2018

Power Ranking MotoGP#12: Misano 2018

1. Marc Marquez  
Ancora una volta conduce una gara perfetta da “inseguitore”, in svantaggio nei confronti delle Ducati ma in grado di giocarsi la vittoria quasi fino alla fine. 20 punti che pesano come un macigno considerando il suicidio di Lorenzo. Il contratto del mondiale è pronto, Marquez deve solo firmarlo.

2. Jorge Lorenzo 
Stavolta ne aveva leggermente di meno di Dovizioso, e dubito che sarebbe riuscito a sorpassarlo se non fosse caduto. Ciò nonostante per l’ennesima volta Lorenzo è stato il favorito del GP, ma ha posto fine all’incredibile striscia positivia che portava avanti dal Mugello, che lo dava come il pilota più in forma del mondiale. Ora si può davvero lottare solo per il secondo posto. Peccato.

3. Andrea Dovizioso 
Vittoria sentita per lui a Misano, cercata e presa di forza. Si aggrappa con le unghie e con i denti al treno mondiale, anche se ormai l’opzione più probabile è quella di ritardare la sentenza.

4. Cal Crutchlow ⇑1
Ottimo stato di forma quello dell’inglese, che finalmente riesce a portarsi a casa il secondo podio della stagione, dopo una sfilza di medaglie di legno. È tornato ad essere il pilota satellite più consistente che con tre zeri riesce comunque a stare davanti a Zarco e Petrucci.

5. Valentino Rossi ⇓1
Stavolta il miracolo domenicale non è avvenuto e Valentino ha dovuto accontentarsi delle briciole, per la tristezza dei suoi tifosi accorsi numerosissimi come sempre in quel di Misano. Crisi sempre più nera.

6. Danilo Petrucci 
Gara incolore quella del Petrux a Misano, decisamente non allo stesso livello delle altre Ducati.

7. Daniel Pedrosa 
Si è lamentato di non riuscire a trovare le giuste motivazioni in un contesto così difficile, ma il suo onesto sesto posto l’ha comunque portato a casa. Certo, pensare che solo due anni fa rovinava la festa a Rossi con una delle sue migliori prestazioni di sempre fa venire una certa tristezza.

8. Maverick Viñales ⇑1
È riuscito ad interpretare la pista e la moto meglio del suo compagno di squadra, ma il suo quinto posto è arrivato con 15 secondi di distanza dal primo classificato. Inaccettabile per una casa come Yamaha subire un simile distacco.

9. Alex Rins N
Dopo la gara di Assen torna ad occupare una posizione di rilievo, anche se stavolta è stato ben lontano dalla lotta per il podio.

10. Johann Zarco ⇓2
Con Zarco si è passati dal parlarne sempre a non farlo quasi più: speriamo che con KTM torni a brillare come nel 2017.